Web font, come ottimizzarli per migliorare le performance

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

Ci dedichiamo di nuovo alla SEO tecnica e, più in generale, ai consigli per migliorare le prestazioni del sito e in particolare la velocità: oggi il nostro focus si accende sui web font, un fattore che rischia di essere trascurato e che invece ha un impatto notevole non solo sul tempo di caricamento, ma anche sull’usabilità e sulla leggibilità dei contenuti.

Che cosa sono i web font

I web font sono caratteri tipografici esterni a quelli di default, che ogni sito può decidere di aggiungere da librerie esterne (come Google Fonts) per variare lo stile dell’impaginazione. I font di sistema sono basic, non hanno impatto sulla velocità di caricamento delle pagine del sito e sono compatibili con larghissima parte dei browser, dei sistemi operativi e dei software (sono infatti detti anche font web-safe), mentre invece i web font sono più complessi.

La definizione di web font di Google

Per orientarci in questo tema complesso ci affidiamo a Ilya Grigorik di Google, che ha realizzato una guida strutturata all’ottimizzazione dei font web che appare chiara ed esaustiva. Partiamo dunque dalla definizione: “un font web è una raccolta di glifi, ciascuno dei quali rappresenta una forma vettoriale che descrive una lettera o un simbolo”.

Da ciò deriva anche un’informazione laterale molto importante: i caratteri sono differenti e hanno pesi altrettanto diversi, perché le dimensioni di ogni particolare file font sono determinate dalla “complessità dei percorsi vettoriali di ogni glifo” e “dal numero di glifi”.

Ogni famiglia di font è composta da una serie di varianti stilistiche (per la scrittura normale, l’evidenziazione in grassetto o quella in corsivo) e diversi spessori per ogni stile; a sua volta, ogni stile può contenere glifi di forme molto diverse, che ad esempio prevedono spaziature, dimensioni o forme differenti.

Il Googler cita nello specifico l’esempio di OpenSans, uno dei font web più popolari, che “contiene 897 glifi, che includono caratteri latini, greci e ciri