Guida al Time To First Byte: cos’è e come ottimizzare le pagine

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

È una metrica che non fa parte dei Core Web Vitals, ma anticipa (e per certi versi sottende e influenza) uno di questi parametri e non solo: insomma, dedicarvi attenzione non è obbligatorio in ottica ranking, ma è sicuramente una prassi consigliata per migliorare in generale le prestazioni del sito e la user experience sulle nostre pagine. Scopriamo tutto ciò che serve sapere su Time To First Byte, un indicatore utile per la reattività del server web e delle risorse di rete coinvolte nel servire il sito, analizzando gli aspetti teorici e anche i più concreti interventi per ottimizzare le nostre pagine.

Che cos’è Time To First Byte o TTFB

Time to First Byte – solitamente indicato con la sigla TTFB – è una metrica fondamentale delle prestazioni web che si riferisce al tempo che intercorre tra la richiesta di una pagina da parte del browser e il momento in cui riceve il primo byte di informazioni dal server.

Definizione di TIme To First Byte

Questo tempo per il primo byte aiuta quindi a determinare la reattività di un server web, perché misura la quantità di tempo che passa tra la creazione di una connessione al server e l’effettivo download dei contenuti di una pagina web, includendo la ricerca DNS e la creazione della connessione utilizzando un handshake TCP e un handshake SSL, se la richiesta viene effettuata tramite HTTPS.