Pochi movimenti sulle SERP nel November 2021 Core Update di Google

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

Un altro aggiornamento in tono minore, come già visto con gli effetti del July 2021 Core Update e come, in qualche modo, promesso anche da Danny Sullivan: in effetti, il November 2021 Core Update di Google non ha apportato cambiamenti enormi per la maggior parte dei siti e non si sono visti particolari cambiamenti di ranking o di traffico nelle due settimane di rollout, concluso ufficialmente lo scorso 30 novembre. Ma andiamo a vedere insieme cosa rivelano SEOZoom e gli altri strumenti sugli effetti sulle SERP di questo intervento autunnale di aggiornamento degli algoritmi di Google.

L’analisi del November 2021 Core Update

Partito nel pomeriggio del 17 novembre, l’ultimo aggiornamento di Google è stato ufficialmente completato il 30 novembre scorso, come confermato dall’account ufficiale @searchcentralc.

Si chiude il rollout dell'update

Dunque, sono serviti esattamente 13 giorni per concludere il rollout del November 2021 Core Update a livello globale, un dato in linea con quelli degli ultimi aggiornamenti del motore di ricerca. Come conseguenza, se il nostro sito ha riscontrato modifiche nei ranking e nel traffico nel periodo compreso tra il 17 e il 30 novembre, probabilmente queste variazioni sono state correlate all’aggiornamento principale di Google.

I dati di SEOZoom: pochi movimenti salienti

Come di consueto, gli strumenti della nostra suite ci permettono di tenere sotto controllo i movimenti delle SERP e sono utili per capire anche visivamente quali sono stati gli effetti del November 2021 Core Update nelle varie versioni di Google.

Ebbene, a livello generale spicca l’azzurro, segno di un’attività che non si discosta dalla media storica registrata, perché le variazioni che effettivamente sono state riscontrate nelle pagine di Google tra il 17 e il 30 novembre sono a dir poco minime. E ciò vale per tutti i database presenti nell’Osservatorio SERP di SEOZoom, e quindi Italia, UK e Spagna.