Come migliorare le prestazioni del sito, i 3 consigli di Google

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

Nel mondo di oggi, e ancor di più nel contesto digitale, ogni secondo conta: non è soltanto una frase retorica, ma un dato di fatto supportato e confermato da analisi e statistiche. Prendiamo l’ambito web: un ritardo nel caricamento del sito può portare a un abbandono della pagina, a una percezione negativa del brand e, in ultima analisi, a una perdita di potenziali clienti. Gli utenti di oggi si aspettano rapidità e immediatezza e la velocità è sinonimo di efficienza e successo: per questo, ottimizzare le prestazioni del proprio sito web non è più un lusso, ma una necessità, e il Googler Martin Splitt ci accompagna alla scoperta di tre facili suggerimenti per migliorare la velocità del sito, rendendolo più piacevole da usare.

La velocità e le prestazioni contano

Immaginiamo di camminare in una grande città, dove le strade affollate e i semafori lenti possono trasformare un semplice tragitto in un’odissea. Allo stesso modo, un sito web lento può trasformare la navigazione, che dovrebbe essere fluida e piacevole, in un percorso frustrante, pieno di ostacoli e attese.

L’attenzione è una valuta preziosa – non a caso siamo nella fase della attention economy – e pertanto le prestazioni del sito diventano un fattore critico non solo per la usabilità, ma per la sopravvivenza stessa nel mercato digitale.

Per fortuna, intervenire con le opportune correzioni e strategie non è complicato, come ci spiega appunto il nuovo video pubblicato da Google per la serie SEO Made Easy.

I consigli di Google per migliorare le prestazioni tecniche

Come di consueto è Martin Splitt a presentare l’episodio, parlandoci di alcune cose che possiamo fare per rendere il sito web più veloce per i nostri utenti.

Il punto di partenza di questa riflessione è sempre lo stesso: la velocità della pagina è importante non solo per la SEO, ma soprattutto per le persone che vogliono utilizzare il nostro sito, e quindi dobbiamo lavorare per rendere il sito più veloce.

Strumenti come Lighthouse o PageSpeed ​​Insights permettono di verificare il punteggio prestazionale delle nostre pagine, e se i valori sono bassi (e quindi il sito è lento) ci sono almeno 3 aspetti su cui concentrare la nostra attenzione.

  1. Migliorare le immagini
  2. Controllare i plugin di terze parti
  3. Impostare lazy loading

Gli interventi per rendere il sito più veloce

Le immagini contribuiscono spesso a dare problemi di prestazioni, ricorda Splitt, e la sola ottimizzazione delle immagini può già apportare miglioramenti sostanziali nelle prestazioni della pagina.