Google Search News, gli sviluppi di maggio del motore di ricerca

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

Dopo aver saltato – in modo quasi inevitabile – l’appuntamento di marzo, torna in una edizione speciale e domestica Google Search News, il TG video con cui John Mueller riassume le ultime novità e gli sviluppi più recenti del lavoro svolto sul motore di ricerca più usato al mondo. Ecco dunque quali sono i temi di questo episodio dedicato a tutto ciò che è successo nel mese di maggio 2020 (e non solo).

Le novità di Google Search a maggio 2020

Rinominato per l’occasione “Google Search News – From Home”, l’episodio denota subito il suo carattere particolare rispetto ai precedenti: è infatti ambientato proprio nella casa di John Mueller in Svizzerahost letterale della serie! – che, come gli altri dipendenti di Big G e di tantissime compagnie in tutto il mondo, è in modalità di smart working per effetto della pandemia e di tutto ciò che ha comportato.

Nonostante le difficoltà, Google vuole quindi fornire un regolare aggiornamento riepilogando ciò che sta succedendo intorno al sistema di Ricerca, con informazioni che possono essere utili in modo particolare a webmaster, editori e SEO.

Il sommario dell'episodio di Google Search News di Maggio

Cosa è cambiato nel mondo Google

L’ultimo video della serie è datato gennaio – il Coronavirus ha “scombussolato tutto”, rendendo le attività più complicate e confuse, e ha fatto saltare anche la puntata inizialmente prevista per marzo – e quindi questo episodio si rivela particolarmente denso di notizie e informazioni, con un sommario che recita:

  • Aggiornamenti in Google Search legati al Covid-19
  • Nuove metriche per la velocità
  • Mobile-first indexing

e molto altro.

Effetto Coronavirus su Google

Molte cose sono cambiate a causa del Covid-19 e della sua diffusione in tutto il mondo; per Google, questo ha significato aggiungere e modificare alcune parti della ricerca e aiutare i webmaster ad affrontare le nuove sfide in vari modi.

Ad esempio, ricorda Mueller, Google ha introdotto nuove proprietà di dati strutturati per gli eventi virtuali, posticipati o cancellati, sviluppato una guida con consigli per mettere in pausa il proprio business online in modo search friendly (e non abbandonarlo o disabilitarlo!) e un manuale di marketing digitale, offerto supporto tecnico per le organizzazioni sanitarie e altro ancora (anche in divenire, anticipa il Googler).

Le modifiche agli eventi hanno riguardato anche Google stesso, portando alla decisione di sospendere tutte le attività live previste fino alla fine dell’anno: niente