Ormai lo sappiamo: non esiste un solo Google, perché i risultati di ricerca sono condizionati da vari fattori, a iniziare dalla lingua e dalla posizione geografica, tanto che abbiamo contato oltre 200 versioni di Google che si differenziano per questi motivi. Ma anche all’interno della stessa cultura ci sono ulteriori distinzioni di posizionamento e geolocalizzazione, e una identica query può produrre risultati di ricerca diversi a seconda del quartiere cittadino in cui si trova l’utente!

In questo articolo cercheremo di capire come fare a monitorare i risultati di ricerca in base alle località che ci interessano nella nostra strategia, ovvero come cambiare posizione alle SERP e capire i differenti posizionamenti delle nostre pagine.

Stessa query, SERP differenti

La differenza tra i risultati è evidente soprattutto per le query transazionali, che in genere suggeriscono prima negozi e fornitori di servizi locali. Per questo, chi cerca “comprare una bicicletta” a Milano visualizzerà suggerimenti diversi rispetto a chi si trova a Roma, mentre due persone che cercano una “pizzeria” otterranno risultati diversi se lanciano la query in quartieri differenti della stessa città.

SERP di Google per la query "comprare una bicicletta" localizzata a Milano e Roma

I risultati di ricerca di Google sono infatti personalizzati in base alla cronologia delle ricerche degli utenti, al dispositivo usato e alla posizione corrente, e proprio la posizione geografica è un importante modificatore delle SERP, come chiarito anche da Google in occasione del caso del “cielo arancione” sulla Florida.

La rilevanza per la SEO locale

Questo discorso ha particolare rilevanza per chi lavora nell’ambito della local SEO, dove appunto la chiave per il successo è riuscire a raggiungere il corretto pubblico di destinazione, monitorando la versione dei risultati di ricerca di Google che interessa la propria strategia.

Quindi, se il sito destina le sue operazioni a una particolare area geografica, è importante non solo ottimizzare le sue pagine per le keyword e i search intent locali, ma anche monitorare correttamente i risultati di ricerca di Google specifici per quella zona area. Questo significa, innanzitutto, essere in grado di cambiare posizione durante la ricerca di SERP e controllare le classifiche, anche senza usare particolari strumenti, seguendo i consigli forniti da questo articolo di searchengineland.

Come visualizzare i risultati di ricerca di Google su scala nazionale

I risultati di ricerca di Google a livello nazionale sono i più facili da visualizzare, perché Google di solito li mostra per impostazione predefinita. Classicamente – se non abbiamo mai alterato le impostazioni di ricerca di Google – visualizzeremo sempre i risultati per il Paese in cui ci troviamo attualmente e in cui ci identifica il browser.

Ci sono però alcune tecniche per modificare la nazione impostata nei risultati di ricerca di Google, e basta compiere alcune semplici operazioni:

  1. Utilizzare le impostazioni di Google per scegliere un Paese

La prima possibilità di cambiare il Paese per il quale vogliamo vedere i risultati la troviamo direttamente nelle impostazioni di Google, che ci consentono di configurare le SERP.

Basta cliccare su Impostazioni > Impostazioni di ricerca e poi scorrere fino in fondo alla pagina sulle “Impostazioni area geografica”, dove troveremo un elenco di Paesi tra cui selezionare quello a cui siamo interessati. Dopo aver salvato, possiamo visualizzare i risultati di ricerca di Google per quell’area geografica.

In alternativa, possiamo usare la tabella con i link alle versioni di Google in tutto il mondo, che abbiamo pubblicato qualche tempo fa.

  1. Utilizzare un servizio VPN o un proxy

Un’alternativa più “sicura” è l’utilizzo di un servizio VPN o proxy, che ci aiuteranno a falsificare la nostra posizione, di modo che tutte le interazioni online (non solo la ricerca, ma anche gli annunci, i redirect specifici per Paese, le risorse ad accesso limitato e così via) avverranno come se fossimo in una nazione diversa.

Come visualizzare i risultati di ricerca di Google a livello di città

I risultati della ricerca a livello di città sono importanti per i tipi di attività che servono davvero l’intera area metropolitana: ad esempio, attività che non sono legate a una zona particolare, come fotografi, servizi di pulizia, catering, consegne e negozi online. I risultati della ricerca per queste query tendono a rimanere più o meno gli stessi in tutta la città.

La situazione è un po’ differente per le aziende che dipendono fortemente dalla loro posizione fisica, perché Google è molto granulare quando mostra risultati di ricerca locale per bar, ristoranti, tintorie, palestre e tipi di query simili e quindi le SERP potrebbero essere molto diverse da un quartiere all’altro (e chi è interessato a ricerche SEO per questo tipo di attività dovrebbe analizzare con maggior attenzione i prossimi risultati di ricerca a livello di strada).

  1. Aggiungere una città alla query

È una tecnica semplice, ma funziona: se stiamo cercando una rapida panoramica dei risultati di ricerca a livello cittadino, tutto ciò che dobbiamo fare è aggiungere il nome di quella città alla query di ricerca.

  1. Usare lo strumento anteprima di Google Ads

Un modo più sofisticato e molto più affidabile per visualizzare i risultati di ricerca di Google a livello di città consiste nell’utilizzare lo strumento Anteprima di Google Ads, creato per aiutare gli utenti a visualizzare i propri annunci nel contesto dei risultati di ricerca specifici per località, ma che può essere impiegato anche se non stiamo pubblicando alcun annuncio.

Per accedere allo strumento, basta collegarci alla dashboard di Google Ads e andare su Strumenti e Impostazioni> Pianificazione> Anteprima e diagnosi annunci. Ora possiamo inserire la nostra query, cambiare la città, la lingua e il dispositivo e visualizzare i risultati di ricerca di Google come se ci trovassimo fisicamente nella città scelta.

Come visualizzare i risultati di ricerca di Google a livello di strada

La visualizzazione dei risultati di ricerca di Google a livello stradale è molto utile quando si cura la SEO per le piccole imprese con sedi fisiche, attività che dipendono fortemente dalla loro presenza nei risultati di ricerca locale. Più ampia è l’area per la quale si presentano nella ricerca, più clienti ottengono, semplifica l’articolo.

Quando tratta questi tipi di risultati di ricerca, Google tende a diventare “estremamente esigente”: un’attività potrebbe apparire nei risultati di ricerca quando viene cercata da un isolato di distanza e poi scomparire improvvisamente quando viene cercata da due isolati di distanza. Quindi, l’idea qui è di monitorare la nostra presenza “di strada”, capire chi sono gli attuali competitor ed espandere gradualmente la propria area di influenza nelle SERP.

  1. Usare Chrome Developer Tools

Questo metodo è un po’ tecnico, ma non è così complicato e l’articolo offre una serie di istruzioni dettagliate per modificare la nostra posizione utilizzando Google Dev Tools.

Innanzitutto, dobbiamo usare Chrome per aprire Google e avviare Ispeziona (anche noto come Strumenti per sviluppatori, attivabile con la combinazione CTRL + MAIUSC + I per Windows e Command + Option + I per Mac).

La pagina cambierà in qualcosa del genere.

Come cambiare le impostazioni di ricerca di Google

Dal menu di personalizzazione (i tre punti) clicchiamo su More tools > Sensors, e nel successivo pannello andremo su Location e, usando il menu a discesa, selezioneremo Other. A questo punto dobbiamo inserire le coordinate esatte delle posizioni che ci interessano: per trovare le coordinate, è sufficiente andare su Google Maps, ingrandire la posizione desiderata, fare clic sulla mappa e visualizzare le coordinate nella barra degli indirizzi.

Lanciando ora la query, Google si comporterà come se stessimo cercando da quelle coordinate esatte (nell’immagine abbiamo usato le coordinate del nostro ufficio!).

Risultati di ricerca localizzati per strada

  1. Usare tool specifici

L’alternativa in questo caso è solo l’uso di app e tool che compiono la stessa operazione in maniera più semplice – l’articolo cita espressamente “Valentin App”, uno strumento gratuito di uso davvero immediato – oppure dei SEO tool che hanno un sistema di geolocalizzazione particolarmente accurato – anche se, bisogna sempre ricordare che i risultati locali sono fortemente influenzati da fattori “esterni” alla SERP, come la cronologia di ricerca dell’utente, che questi tool non possono ovviamente considerare.