Google Search News di aprile 21, cosa sta cambiando nella Ricerca

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

Il nostro mese di maggio inizia con uno sguardo indietro, utile a fare il punto su quelle che sono le ultime evoluzioni, le novità e i cambiamenti in corso nel mondo della Ricerca Google: è ancora John Mueller dalla Svizzera a guidarci in questo appuntamento con Google Search News, che ripercorre il lavoro sul motore di ricerca fino ad aprile e offre il solito contributo informativo per proprietari di siti, editori e SEO che vogliono essere al passo con ciò che accade intorno a Big G.

Google Search News aprile, il menu delle ultime novità

Sono trascorsi tre mesi dal precedente video e molte sono state le cose che hanno impegnato Google, premette il Search Advocate della compagnia americana, che poi presenta il ricco indice di questo episodio, che si concentra in particolare sulle modifiche annunciate rispetto al Page Experience Update, sulle best practices per i video, sugli aggiornamenti relativi alla Google Search Console e molto altro ancora.

Menu di Google Search News di aprile 21

Slitta il Page Experience update

La prima notizia approfondita è il rinvio del Page Experience Update: come comunicato nei giorni scorsi, Google ha deciso di iniziare il rollout dell’aggiornamento a metà giugno (e non più a maggio), così da dare più tempo ai proprietari dei siti di aggiustare il tiro e migliorare le pagine prima che “le cose inizino a decollare”.

Mueller spiega che “il cambiamento avverrà lentamente nel corso il corso di due mesi su una base per pagina”.

Focus sulla page experience

La modifica della page experience è un imminente cambiamento di ranking che prende in considerazione l’esperienza dell’utente sulle pagine web, includendo e valutando elementi tecnici, come la presenza corretta di https, e metriche quantificabili per la velocità e la reattività.

Mueller sottolinea che il Page Experience è “solo uno dei tanti fattori che i nostri sistemi prendono in considerazione”: pertanto, non c’è necessità di fare una corsa forsennata alle correzioni, ma è più utile “prendersi il tempo per trovare buone soluzioni per i vostri siti web e i vostri utenti, ricordando che ogni sito web è un po’ diverso”.