Google My Business, le ultime novità sulla vetrina per la local SEO

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

Stiamo andando verso un Google My Business a pagamento? È da qualche anno che si vocifera l’intenzione di Google di lanciare una versione paid della vetrina online per le aziende locali, che si sta rivelando un eccezionale strumento per la local SEO, ma questa volta c’è qualcosa di più ufficiale: è solo una delle ultime novità degli ultimi mesi che riguardano GMB, per cui ecco un veloce recap!

La Garanzia Google per i profili GMB

Dagli Stati Uniti rimbalza la prima notizia rilevante: la compagnia di Mountain View ha lanciato il programma Google Guaranteed, una certificazione rilasciata alle aziende che superano un processo di screening e qualificazione attraverso i Servizi Locali di Google.

Il nuovo badge su Google My Business

In pratica, si tratta di un badge verde con spunta bianca che compare sotto al nome del brand nella scheda GMB, che indica in maniera immediatamente visibile agli utenti che sono di fronte a una sorta di profilo speciale.

Nuovo programma a pagamento?

La notizia sta nel fatto che l’accesso a Google Guaranteed prevede il pagamento di un canone mensile di 50 dollari, soggetto alle normali regole di idoneità del servizio, che includono controlli di base e di licenza, e quindi il badge costa 600 dollari all’anno presupponendo che i requisiti di ammissibilità siano soddisfatti.

Come ricorda un articolo di Search Engine Land, Google Guaranteed è stato introdotto in relazione agli annunci di servizi locali per trasmettere maggiore fiducia dei consumatori nelle attività pubblicizzate, e si è anche evoluto in un programma distinto utilizzato per certificare le attività commerciali locali da includere nei risultati di ricerca di Google Home e Assistant.

Finora, il sistema Google Guaranteed è stato utilizzato nella categoria dei servizi per la casa (home service)