È di nuovo lo shopping online il tema su cui si concentra Google, che dedica due diversi interventi ai proprietari di siti e-Commerce: da un lato, sono ora gratuite le pagine delle offerte per tutti i rivenditori, così da consentire ai negozi online di evidenziare facilmente promozioni e sconti nei risultati di ricerca. Dall’altro, il team del motore di ricerca ha condiviso una guida con 5 best practices per ottimizzare proprio le pagine promozionali, ovvero gli URL dedicati a eventi di vendita specifici, come il Black Friday o il Cyber ​​Monday.

Best practices per ottimizzare le pagine per eventi promozionali

Come spiega la guida di Google, queste pagine sono mostrate in SERP in un carosello quando partono gli eventi di vendita – al momento attivo solo negli Stati Uniti e operativo per eventi con vendite limitate nel tempo, ma con prospettive di estensione della funzionalità.

https://developers.google.com/search/blog/images/deals-best-practices.png

Secondo Alan Kent, Search Relations, ogni giorno su Google “ci sono oltre un miliardo di sessioni di shopping” e “c’è un enorme aumento di interesse per le richieste di offerte del Black Friday e del Cyber ​​Monday su Google durante la stagione delle festività”. Sin dall’anno scorso, l’azienda ha “continuato a perfezionare e migliorare il carosello delle offerte, ampliandone l’uso ad altri eventi di vendita popolari come le vendite del Labor Day e del Memorial Day”.

Come ottimizzare le pagine del sito e-Commerce per gli eventi di vendita

Il primo consiglio per ottenere il massimo dal carosello delle offerte – e più in generale per massimizzare le opportunità di essere individuati dagli utenti – è di creare pagine per ognuno degli eventi di vendita per cui il sito attiverà promozioni.

Kent ricorda poi i consigli di ottimizzazione per le pagine e-Commerce per Black Friday e Cyber ​​Monday, sei consigli da seguire rivelati lo scorso anno, ovvero:

  • Creare pagine dedicate per il Black Friday e il Cyber ​​Monday.
  • Riutilizzare lo stesso URL ogni anno.
  • Creare le pagine in anticipo in modo che Google possa indicizzarle.
  • Seguire le best practice SEO
  • Linkare alla pagina di vendita dalla home page.
  • Includere un’immagine di alta qualità.

Le cinque best practices secondo Google

Ora è il momento di indicazioni più generali per ottimizzare tutte le pagine legate a eventi promozionali speciali, utili sia per cercare visibilità in SERP che per comparire nel carosello delle offerte di Google. Si tratta di 5 best practices piuttosto intuitive e semplici da seguire:

  • Creare una pagina dedicata per ogni evento promozionale.

Come accennato, Google suggerisce di creare pagine di offerte per tutti gli eventi promozionali speciali, non solo per il Black Friday e il Cyber ​​Monday.

  • Includere la descrizione dell’evento nel titolo della pagina.

L’esempio da seguire è “Offerte del Black Friday 2021”: il titolo della pagina è spesso incorporato nel testo mostrato nel carosello delle offerte di Google.

  • Inserire un’immagine pertinente alla vendita.

Aggiungere un’immagine in evidenza può aiutare gli acquirenti a capire l’offerta, e in generale l’uso delle immagini è sempre una delle pratiche suggerite per l’ottimizzazione degli e-commerce e delle pagine dei prodotti. Ad esempio, dice Kent, possiamo mostrare i prodotti in saldo o includere il testo del banner che evidenzi offerte speciali o sconti: anche se di solito Google scoraggia l’inserimento di testo del banner nelle immagini, il testo nelle immagini può tuttavia aiutare nelle pagine delle offerte, a patto che qualsiasi testo in un’immagine abbia pertinenza al contenuto testuale della pagina e sia fornito di un attributo alt text appropriato. Sul fronte tecnico, per ridurre al minimo il ritaglio nel carosello delle offerte si consiglia di impostare le proporzioni dell’immagine nell’intervallo da 4:3 a 3:4.

  • Inserire il testo che descrive l’evento nei contenuti della pagina.

Questa accortezza può aiutare Google a identificare correttamente la pagina come pertinente a una vendita specifica.

  • Per le offerte “a sorpresa”, includere comunque informazioni generali in anticipo.

Se i dettagli sulle vendite sono rivelati solo il giorno dell’evento (come avviene comunemente per Black Friday e Cyber Monday, ma non solo), è importante includere in anticipo informazioni generali per dar modo a Google di capire che la pagina è pertinente. Successivamente, è opportuno chiedere a Google di eseguire nuovamente la scansione della pagina aggiornata, per aumentare la probabilità che tali contenuti siano indicizzati progressivamente.

Un ulteriore consiglio extra è, oltre a creare pagine di offerte, registrare le promozioni in Google Merchant Center per far emergere le offerte su più piattaforme e spazi su Google.

Nuovi strumenti per gli e-Commerce su Google

Ai consigli di ottimizzazione si aggiungono nuove opportunità per i rivenditori che iniziano già a prepararsi per la stagione dello shopping delle festività: in fase sperimentale limitata solo agli Stati Uniti, infatti, Google ha lanciato nuove sezioni nei suoi risultati di ricerca per mostrare le offerte, implementare strumenti per evidenziare le promozioni e ampliare le capacità di reporting in Google Merchant Center.

Questi nuovi strumenti servono a “colmare il collegamento tra i consumatori in cerca di affari e le aziende che cercano di promuovere i loro prodotti”, scrive Matt Madrigal, VP/GM di Merchant Shopping, soprattutto in concomitanza di due importanti stagioni dello shopping, il ritorno a scuola e le vacanze invernali.

Google ha quindi deciso di offrire ai rivenditori (solo negli Stati Uniti, per ora) più strumenti per raggiungere i clienti in cerca di affari: quando si tratta di shopping, infatti, le persone sono sempre più alla ricerca di modi per risparmiare denaro. Nell’ultimo anno, rivelano statistiche del colosso americano, le ricerche di “codice sconto” sono aumentate del 50% e i consumatori sono sempre alla ricerca di prodotti che offrano il miglior rapporto qualità-prezzo, mentre le aziende cercano modi per massimizzare l’esposizione dei loro prodotti con offerte e promozioni.

Offerte promozionali in evidenza

Il primo intervento riguarda l’introduzione di una sezione per mettere le offerte in mostra direttamente nella scheda Shopping di Google: ad esempio, dice l’articolo, se cerchiamo “zaini” possiamo vedere questa nuova sezione con le offerte correlate al nostro interesse, che organizza e mostra in un unico posto gli zaini a prezzi competitivi o scontati dai rivenditori in tutto il Web.

Offerte per i zaini in Shopping

Google ha quindi un nuovo sistema per evidenziare le offerte nella scheda shopping dei risultati di ricerca: nel corso di query correlate a un prodotto, l’utente potrà vedere comparire nel tab Shopping elenchi di prodotti a prezzi competitivi o scontati dai rivenditori sul Web.

A partire da ottobre, in particolare, gli utenti che effettuano acquisti su Ricerca Google potranno scorrere e scoprire le offerte più popolari in diretta nei maggiori momenti di vendita al dettaglio come il Black Friday e il Cyber ​​Monday: quando le persone cercano offerte durante questi grandi eventi di vendita (come “Offerte del Black Friday” o “Saldi del Cyber ​​Monday”) vedranno una nuova sezione che evidenzia le offerte pertinenti, insieme ad altre informazioni sulle vendite correlate.

Shopping deals in SERP

Elenco delle offerte gratis in Merchant Center

Lo scorso anno la vendita su Google è diventata gratuita per i commercianti, ricorda Madrigal, e ora c’è un altro passo in avanti: le promozioni e le offerte caricate in Merchant Center saranno mostrate automaticamente agli acquirenti interessanti a query pertinenti nella scheda Shopping, indipendentemente dal fatto che le aziende facciano pubblicità su Google.

In pratica, le promozioni possono essere evidenziate nelle inserzioni gratuite nella scheda Acquisti e, per farlo, il rivenditore deve accedere alla scheda delle promozioni in Google Merchant Center e selezionare quelle che desidera far apparire nelle inserzioni gratuite (o, in alternativa, supportate dalla spesa pubblicitaria).

Nei prossimi mesi, quindi, le offerte cominceranno a comparire anche nella pagina principale dei risultati di ricerca, e saranno mostrate in base a fattori come lo sconto stesso, la popolarità di un prodotto, la popolarità del sito su cui è elencato e altro ancora.

Questo cambiamento significa che le aziende avranno una maggiore opportunità di spostare l’inventario, aumentare le vendite, attirare nuovi clienti e costruire la brand loyalty durante importanti eventi di shopping e durante le festività.

Personalizzare le promozioni in Google Merchant Center

Google ha previsto anche un’altra funzione per consentire ai commercianti di attirare nuovi clienti ed evidenziare le loro promozioni.

Un altro aggiornamento in Merchant Center permette infatti ai rivenditori di personalizzare le proprie promozioni e, in particolare, di indicare se un’offerta è disponibile solo per i nuovi clienti (ad esempio, segnalando nel titolo che la promozione prevede “Sconto del 10% per i nuovi clienti”). Tali promozioni saranno comunque mostrate a tutti, ma solo gli acquirenti idonei, che soddisfano i criteri specificati dal rivenditore, potranno effettivamente accedere al prezzo promozionale.

Ampliato il rapporto sui best seller

Novità in arrivo per i commercianti che hanno attivato le informazioni di mercato all’interno di Merchant Center, che ora possono accedere al rapporto sui best seller, che offre due funzionalità interessanti: nei dati storici sui best seller sono riportati gli insights sui prodotti popolari in eventi di acquisto precedenti, per supportare i rivenditori a prevedere le tendenze di vendita per la stagione successiva; la domanda di prodotti correlati invece aiuta i rivenditori a valutare la domanda relativa tra prodotti della stessa categoria e Paese, nonché la potenziale opportunità di immagazzinare nuovi prodotti.

Più opportunità per gli e-Commerce su Google

Anche se limitate solo agli Stati Uniti, le nuove sezioni delle offerte indicano senza dubbio l’interesse di Google nel campo dello shopping online, consentendo ai rivenditori l’opportunità di mostrare i loro prodotti a prezzi competitivi, soprattutto in occasione dei periodi più importanti dell’anno per le vendite.

In particolare, il carosello delle offerte è l’opzione apparentemente più rilevante, perché compare nella pagina principale dei risultati ed è quindi direttamente sotto gli occhi degli utenti, che possono leggere tali offerte senza prima passare alla scheda Shopping.

Anche i nuovi strumenti in Merchant Center possono essere d’aiuto, per prendere decisioni in vista delle prossime festività chiave per lo shopping; inoltre, i dati sulla domanda correlata possono aiutare i commercianti a confrontare la domanda tra prodotti della stessa categoria e paese, e quindi agevolare le strategie nell’immagazzinare i prodotti giusti.