Zoomday a Bologna: buona la prima fuori casa!

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

Una giornata ricca di spunti, di consigli teorici e pratici, ma soprattutto di momenti di condivisione: per la prima volta lo Zoomday sbarca a Bologna, grazie agli amici di Studio Samo che ci hanno ospitato, e il risultato resta sempre lo stesso. Ovvero, lo diciamo con ben più di un pizzico di orgoglio, un evento ben organizzato e strutturato, che ha permesso ai partecipanti di restare aggiornati su vari aspetti della SEO, sulle novità tecniche della nostra suite e sulle principali aree “pratiche” verso cui concentrare il lavoro di ottimizzazione.

Zoomday a Bologna, il resoconto

Per la prima volta in trasferta con il nome Zoomday, quindi, il nostro format di evento di formazione mista tra teoria e pratica ha superato la sfida, come raccontano i tanti post dei partecipanti, che in realtà avevano già dimostrato un interesse altissimo per l’appuntamento, con i 100 biglietti venduti completamente in pochissimi giorni.

Foto di gruppo con Flavio Mazzanti di Studio Samo

La giornata è stata ospitata nella sede di Studio Samo, e proprio Flavio Mazzanti e Jacopo Matteuzzi hanno fatto gli onori di casa e accolto le 100 persone iscritte, provenienti da varie parti d’Italia e di profilo eterogeneo – c’erano creatori di contenuti, ma anche gestori di e-Commerce e SEO tecnici.

Il programma ha previsto i consueti momenti di approfondimento sulle novità legate a SEOZoom e spazi di riflessione sulle tendenze della SEO, senza mai dimenticare il focus più diretto sulle applicazioni pratiche, concrete e quotidiane delle informazioni trasmesse, che è il punto di forza dell’evento.

Il programma dell’evento: focus su SEOZoom e sulla SEO

A inaugurare il percorso formativo è stato Ivano Di Biasi con un intervento sul core della nuova release di SEOZoom, in cui ha descritto le principali feature della versione rinnovata della piattaforma (e le differenze rispetto alla vecchia, che è praticamente un altro software, oggi), ma anche raccontato qualche retroscena su ciò che c’è “sotto al cofano” della macchina, comprese le motivazioni che hanno spinto all’aggiornamento dei volumi di ricerca (grazie a cui SEOZoom può fornire volumi di ricerca reali, con stime più precise rispetto a quelle dei competitor) e all’integrazione con i sistemi di Intelligenza Artificiale.

Ivano sul palco