È un update apparentemente minore, che riguarda soprattutto chi opera in mercati esteri con alfabeti diversi da quello latino, ma è comunque interessarne darne notizia anche perché conferma l’attenzione che Mountain View riserva al tema. E quindi, mentre le SERP sono ancora in balia del May 2022 Core Update, Google si è dedicato anche a un “miglioramento algoritmico” per il modo in cui seleziona i titoli per gli snippet dei risultati di ricerca di pagine con titoli multilingue o traslitterati.

Il nuovo update di Google per la generazione dei titoli

A presentare la novità è l’articolo di Koji Kojima sul blog Search Central: grazie al miglioramento algoritmico, Google è ora capace di identificare i documenti in cui l’elemento titolo è scritto in una lingua o un sistema di scrittura diversi dal suo contenuto, e di conseguenza sceglie un titolo simile alla lingua e allo script del documento perseguendo un criterio di uniformità e coerenza.

Più precisamente, questo update si basa sul principio generale che “il titolo di un documento dovrebbe essere scritto nella lingua o nello script del suo contenuto principale”, e Kojima ricorda che questa mancata corrispondenza è uno dei motivi per cui Google può scavalcare le impostazioni del webmaster e cambiare il titolo di una pagina mostrata tra i risultati web.

Quali siti e quali titoli sono interessati dall’aggiornamento

Sono due i casi di esempi citati nell’articolo, che rappresentano i focus di questo update di Google dedicato alla gestione dei titoli.

Innanzitutto, l’algoritmo di Google ora interviene per migliorare i titoli multilingue, in particolare quelli che ripetono lo stesso contenuto o la stessa frase con due lingue o scritture diverse (solitamente aggiungendo una versione inglese al testo del titolo originale).

Il modello mostrato da Google chiarisce questo caso particolare con un titolo composto da due parti, una prima in caratteri hindi e la seconda in inglese, divise da un trattino, che però esprimono lo stesso contenuto in lingue diverse (appunto hindi e inglese).

Esempio di titolo in due lingue (ma con contenuto solo in hindi)

Anche il titolo è in entrambe le lingue, il documento è scritto solo in hindi: il sistema di Google rileva tale incoerenza e decide di utilizzare per gli snippet della SERP solo il testo del titolo hindi, rimuovendo l’aggiunta in inglese.

Titolo corretto da Google solo in hindi

L’altro caso di utilizzo riguarda la traslitterazione, ovvero quando il contenuto viene trascritto da una lingua in una lingua diversa, che utilizza una scrittura o un alfabeto diverso. Ad esempio, spiega Kojima, il titolo di una pagina per una canzone scritta in hindi, ma traslitterata per utilizzare caratteri latini anziché la scrittura Devanagari nativa hindi, sarebbe il seguente:

Esempio di titolo traslitterato da hindi a latino

In questo caso, Google cerca di trovare un titolo alternativo utilizzando lo script predominante nella pagina, che in questo caso potrebbe essere:

Titolo finale scelto da Google solo in hindi

Titoli e Google, cosa cambia con l’update

Il nuovo update al sistema algoritmico che sottende alla generazione dei titoli per le pagine dei risultati di Google non cambia molto le cose, almeno per chi opera solo con una lingua o comunque con un sistema alfabetico univoco.

In generale, l’aggiornamento non stravolge le linee guida fissate da Google e interessa per lo più siti con contenuti alfabeticamente misti, per così dire, colpendo pagine che hanno titoli multilingue o con sistemi alfabetici differenti (che potrebbero aver visto in questi giorni modifiche nelle SERP, magari correlate anche a cambiamenti nelle percentuali di clic).

Allargando il discorso ai titoli in generale, Google ribadisce che di norma i sistemi “tendono a utilizzare l’elemento titolo della pagina“, vale a dire il tag title che possiamo impostare in HTML, e come consiglio di massima è preferibile fornire un titolo che corrisponda alla lingua o all’alfabeto del contenuto principale della pagina, e comunque non utilizzare lingue o script diversi per il titolo che non siano presenti anche nel contenuto della pagina.

Infatti, nei casi con titoli multilingue o traslitterati, i sistemi di Google potrebbero cercare alternative che corrispondano alla lingua predominante della pagina.