Strategie SEO, come e perché impostare obiettivi per il sito

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

La comunicazione di Google per i webmaster e gli operatori SEO viaggia molto attraverso il canale YouTube, che citiamo spesso anche nei nostri articoli; dopo i video di Martin Splitt, gli hangouts di John Mueller o lo show Google Search News, arriva ora una nuova serie dedicata alle basi della SEO e ai principianti, chiamata semplicemente “Search for Beginners“.

Impostare target per il proprio sito

Nell’ultimo episodio caricato, i Googler ci danno informazioni utili sul valore delle “strategie“, rispondendo alla domanda “perché devo impostare degli obiettivi per il mio sito” e, soprattutto, fornendo indicazioni chiare sull’importanza di lavorare con questa prospettiva, come fare per raggiungere tali target e quali strumenti usare per misurare gli effetti del lavoro.

L’esempio di un eCommerce: come lavorare in modo strategico

“Se decidi di creare una presenza sul web per la tua azienda come uno shop su una piattaforma tipo Amazon o Etsy o un sito tutto tuo”, ci dice la voce guida del video, “dovrai investire tempo e denaro per riuscirci e per ottenere dei risultati” e un ritorno da questi investimenti. Il video prosegue con un esempio pratico per entrare nel cuore della questione.

Potresti avere un negozio di vestiti e voler vendere i tuoi prodotti a clienti che vivono al di fuori della tua città, oltre che a concittadini: questo è un obiettivo che puoi misurare con il tuo sito. Per farlo, devi capire quali passaggi compiono le persone per diventare tuoi clienti, e questo funziona allo stesso modo sia per un negozio fisico che per un eCommerce.

Scoprire le impression e i risultati del sito

Prima di tutto, il tuo negozio deve essere notato dalle persone; poi, queste persone devono decidere di entrare e dare un’occhiata ai prodotti proposti; infine, il cliente sceglie qualcosa e lo paga. Con un negozio online è possibile misurare questi passaggi con una certa precisione: ad esempio, se un utente cerca “t-shirt” e una pagina del tuo sito compare sul motore di ricerca, quella viene chiamata impression. Ovvero, l’equivalente di quando nella vita reale una persona scopre l’esistenza di un determinato negozio.

Se quella persona decide di visitare il sito cliccherà sul link posizionato tra i risultati: contando questi clic dai risultati di ricerca verso il sito web è possib