Un anno di pandemia, i 4 cambiamenti per le aziende che resteranno secondo Google

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

L’undici marzo 2020 l’OMS dichiarava il Coronavirus “pandemia”: a distanza di poco più di un anno, la situazione contestuale non è ancora migliorata completamente e, nel corso di questi mesi, le aziende impegnate in ogni settore e attività hanno dovuto inevitabilmente cambiare il modo in cui fanno affari. Se in alcuni casi ci sono stati benefici e opportunità di crescita, per altre industrie la situazione è drammatica: in ogni caso, è stata necessaria una risposta e Google ha studiato i dati di ricerca per individuare quali di questi cambiamenti sono destinati a diventare permanenti.

I 4 cambiamenti post-pandemia che resteranno permanenti

I risultati di questo studio sono presentati nell’articolo firmato da Zharmer Hardimon, in cui innanzitutto si riconosce che tutti i settori hanno dovuto ripensare il loro approccio al marketing durante la pandemia: anche se è probabile che gli affari riprendano un certo grado di normalità quando la pandemia sarà finita, ci sono almeno 4 modifiche consumer-friendly che non saranno dimenticati e sono appunto destinate a diventare permanenti.

4 modifiche della pandemia che saranno permanenti

Si tratta di:

  • Utilizzo di informazioni di monitoraggio in tempo reale per rispondere rapidamente ai consumatori.
  • Organizzazione di eventi virtuali.
  • Smart working.
  • Offerta ai consumatori di modi più convenienti per acquistare online.

Cambiamenti in corso e modi di adattarsi

Nell’ultimo anno, “mentre il mondo intero vacillava dagli effetti di una pandemia, molte aziende sono state in una continua lotta per capire come – e anche se – dovevano andare avanti con le