Rank Simulator, occhi sui risultati potenziali delle ottimizzazioni

Iscriviti alla newsletter

Una nuova funzionalità al servizio di tutti gli utenti e, in particolare, di consulenti SEO e agenzie che vogliono dimostrare in maniera rapida ed evidente i possibili frutti del lavoro sui siti: parliamo di Rank Simulator, uno strumento che per l’appunto simula e anticipa l’impatto degli interventi di ottimizzazione SEO su keyword e pagine.

Che cos’è il Rank Simulator di SEOZoom

Quanto aumenterà il traffico del sito riuscendo a migliorare il posizionamento di un set di keyword obiettivo? Questa è una domanda cruciale non solo per chi lavora per la crescita del proprio progetto, ma soprattutto per quanti si occupano di fornire servizi e consulenze ai clienti, che chiaramente vorrebbero dei prospetti di numeri e risultati quantificabili prima di affidare la gestione del proprio sito, così come richiedono aggiornamenti costanti sui frutti degli interventi in corso d’opera.

Grazie a SEOZoom ora c’è uno strumento che permette di ottenere rapidamente la risposta al problema: nell’area Strumenti è infatti disponibile Rank Simulator, una funzionalità che per l’appunto simula l’impatto del lavoro di ottimizzazione sulle keyword, stimando in particolare l’effetto di crescita sul sito che potrebbe avere un miglioramento del posizionamento attuale.

Come funziona la simulazione del ranking

Rank Simulator è intuitivo e facile da utilizzare: tutto inizia dall’inserimento del dominio su cui eseguire la simulazione e dalla selezione delle keyword da analizzare. Possiamo scegliere le keyword manualmente, digitandole nella barra di ricerca e poi aggiungendole cliccando sul tasto più, oppure – in maniera più rapida ed efficiente – importare una lista di parole chiave già ragionata, salvata in precedenza con lo strumento “Le tue keyword research”; inoltre, possiamo anche salvare la lista che abbiamo creato in Rank Simulator, che sarà esportata sempre tra le nostre keyword research.

La schermata del Rank Simulator di SEOZoom

Ora inizia il lavoro di simulazione: lo strumento ci consente, infatti, di conoscere gli attuali dati di ranking e traffico organico di ogni keyword e di stimare i livelli raggiungibili grazie a un miglioramento del posizionamento. In termini più semplici, per ogni keyword possiamo conoscere il volume stimato e la variazione in termini quantitativi raggiungendo la posizione in SERP che desideriamo o riteniamo realistica (di default, lo strumento ci “spinge” verso la prima posizione, ma appunto possiamo anche impostare la simulazione su una posizione più concretamente raggiungibile dal sito in esame), e scoprire quindi il valore effettivo e complessivo di un lavoro strategico di ottimizzazione sul set di keyword in analisi.

Un piano di lavoro per raggiungere gli obiettivi

Ma questo tool offre anche un altro valore aggiunto: cliccando su “Mostra piano di lavoro”, infatti, otteniamo una sorta di documento riepilogativo che indica i passaggi per raggiungere gli obiettivi stimati, con possibilità di accesso diretto alla pianificazione dei contenuti necessari.

Innanzitutto, nella schermata possiamo leggere la quantificazione dell’impatto del lavoro di ottimizzazione, con indicazione del valore di traffico e visite stimati, anche in termini percentuali.

E poi, per agevolare la strategia, ecco che arriva la parte clou di Rank Simulator: l’individuazione delle URL da migliorare o dei nuovi contenuti necessari per intercettare le keyword analizzate e raggiungere i risultati previsti.

Schermata del piano di lavoro di Rank Simulator

In pratica, lo strumento crea un documento (scaricabile in formato .doc) che descrive appunto il Piano di Lavoro che può condurci al miglioramento di traffico simulato, suddividendo gli interventi tra ” Pagine da migliorare” e “Nuove pagine da creare”. Come accennato, le prime sono quelle che hanno già keyword posizionate su Google ma in posizioni di minor visibilità rispetto alla simulazione, e che quindi richiedono un’attività di miglioramento dei contenuti e di una revisione SEO (magari anche attraverso azioni di link building). Quando lo strumento non trova pagine di riferimento per le keyword in analisi (ovvero, se le URL sono in posizioni oltre la cinquantesima o se non esiste alcun contenuto che le intercetti) ci consiglia di creare nuove pagine e quindi di realizzare un contenuto ottimizzato secondo le best practices del SEO copywriting.

In entrambi i casi, il tool ci dà possibilità immediata di azione, perché ci conduce direttamente alla modifica o alla creazione di un contenuto attraverso i tasti Pianifica Articolo (che indirizza verso il Piano Editoriale per editori, con possibilità di assegnare l’articolo ai copy coinvolti nel progetto) o Assistente (che ci porta all’Assistente Editoriale di SEOZoom).

Rank Simulator, uno strumento ideale per agenzie e consulenti SEO

Supportare con dati previsionali un preventivo da presentare ai clienti, orientare il lavoro di consulenza e ottimizzazione del sito verso pagine e keyword più profittevoli oppure, semplicemente, individuare a colpo d’occhio un cluster di parole chiave su cui agire prioritariamente per il nostro progetto: sono molteplici le situazioni in cui Rank Simulator può rivelarsi uno strumento utile, velocizzando e semplificando la nostra attività quotidiana.

In prima battuta, ciò vale per agenzie, consulenti e specialisti SEO, come detto, che possono incontrare difficoltà nel dialogare con i clienti proprietari di siti, che chiedono “numeri” per comprendere il potenziale valore del lavoro di ottimizzazione. Ma anche chi lavora su un blog personale può trovare benefici dall’utilizzare Rank Simulator come alleato nella ricerca delle priorità da dare alle attività e delle aree nelle quali ci siano più opportunità (e potenziali ritorni) per intervenire e provare effettivamente a scalare le SERP.

Prova SEOZoom

7 giorni di Prova Gratuita

Inizia ad aumentare il tuo traffico con SEOZoom!
TOP