Google ADS e non solo: le ultime novità sulle pubblicità su Google

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

È un momento di grande fermento in casa Google Ads: negli ultimi giorni, il sistema di annunci a pagamento nelle pagine di ricerca del colosso statunitense ha infatti ottenuto una serie di interessanti funzionalità aggiuntive, che consentono agli utenti di mettere a punto campagne più mirate ed efficaci, ma anche nuovi servizi e modifiche alle policy. Proviamo a fare un po’ di ordine!

Raggiungere il pubblico predittivo con Google Ads

Partiamo con la notizia forse più importante, annunciata da Steve Ganem (Senior Product Manager di Google Analytics) sul blog The Keyword: Google introduce due nuove metriche per favorire la crescita delle attività online e migliorare la gestione del budget destinato al marketing, perché danno la possibilità di raggiungere tramite Google Ads le persone che hanno maggiori probabilità di acquistare e intercettare con la giusta strategia le persone che potrebbero non tornare alla propria app o al proprio sito.

Grazie a Google Analytics, che aiuta a misurare le azioni che le persone intraprendono attraverso app e sito web, è ora possibile ottenere suggerimenti su nuovi segmenti di pubblico predittivi che è possibile creare in Audience Builder (Generatore di segmenti di pubblico), sfruttando le applicazioni dei modelli di machine learning di Google Analytics, che consentono di analizzare i dati del sito e prevedere le azioni future che le persone potrebbero intraprendere.

Due nuove metriche per conoscere e segmentare il pubblico

Il nuovo sistema si basa su due nuove metriche predittive, disponibili nelle proprietà App + Web (inizialmente per le proprietà che hanno implementato eventi di acquisto o che misurano automaticamente gli acquisti in-app una volta raggiunte determinate soglie):

  • Purchase Probability (traducibile con probabilità di acquisto) serve appunto a prevedere la probabilità che gli utenti che hanno visitato l’app o il sito acquistino nei successivi sette giorni.
  • Churn Probability (probabilità di abbandono) stima invece la probabilità che gli utenti attivi di recente non visitino l’app o il sito nei sette giorni seguenti.

I vantaggi delle funzioni predittive sull’audience

Finora, spiega Ganem, chi voleva raggiungere le persone che