Che belle giornate! Finalmente siamo tornati a guardarci negli occhi, a incontrarci di persona e condividere due giornate all’insegna non solo della SEO, ma anche del piacere di ritrovarci e chiacchierare! Lo ZoomDay 2022 è stato proprio questo, in effetti: un momento di arricchimento reciproco, per riprendere un discorso interrotto dalla pandemia, per fare formazione live (e non più soltanto in streaming e a distanza) e networking vero, ma soprattutto per dialogare sui temi della SEO e sulle ultime novità della suite con tanti utenti e tanti amici venuti da tutta Italia per stare con noi.

Il team di SEOZoom allo Zoomday 2022

ZoomDay 2022 a Napoli, il programma dell’evento

E dire che tutto stava iniziando con il piede sbagliato, a causa del meteo: il maltempo infatti sembrava avercela con noi, e sia venerdì che sabato il cielo ci ha salutato con improvvisi scrosci d’acqua! Per fortuna il sole è presto tornato a farsi sentire, rendendo ancora più incantevole la vista dalla sala che abbiamo scelto per l’evento, presso il Circolo Rari Nantes sul lungomare partenopeo, che dava proprio sul Golfo di Napoli, sul Castel dell’Ovo e sul Vesuvio che ci guardava di fronte.

Max sul Golfo di Napoli

Per il resto, le due giornate di formazione SEO sono filate via veloci, ed è stato davvero un piacere rivedere vecchi amici e conoscerne nuovi, tutti interessati a ciò che SEOZoom può offrire alla loro attività online e a ciò che il team poteva raccontare su alcuni argomenti pratici.

Il programma dello ZoomDay, infatti, ha accompagnato i circa 200 partecipanti complessivi alla scoperta non solo delle ultime novità della suite, ma anche ad approfondire dei temi centrali nella gestione di ogni tipo di sito, dalla keyword research al piano editoriale, dalla creazione di contenuti strategici fino agli aspetti di SEO tecnica.

Di cosa si è parlato: SEO tecnica, contenuti e … SEOZoom!

Nello specifico, è stato Ivano Di Biasi a inaugurare gli interventi con una chiacchierata sulle novità più interessanti della nuova suite e dei vantaggi che offre in termini di tempo risparmiato e di efficienza rispetto alla vecchia. In particolare, il nostro CEO ha dimostrato come cambia (ovviamente in meglio) il lavoro di ottimizzazione dei contenuti grazie all’assistente editoriale e al motore di analisi SEO (e dei competitor) in tempo reale, che consente di ottenere informazioni che manualmente richiederebbero settimane di lavoro!

Giuseppe Liguori sul palco dello ZoomDay 2022

È poi toccato a Giuseppe Liguori accendere i riflettori su un tema solitamente ostico, quello della SEO tecnica e, in dettaglio, degli errori che possono comparire quando lanciamo una scansione dello spider di SEOZoom! Grazie ai consigli di Giuseppe, abbiamo avuto modo di comprendere il diverso “peso” delle indicazioni mostrate dalla macchina, così da sapere bene non solo cosa significano le varie voci, ma anche quali sono le scale di priorità da assegnare al lavoro di correzione degli eventuali problemi riscontrati.

Gennaro Mancini ha invece parlato di SEO Copywriting, o per meglio dire di copywriting strategico finalizzato al raggiungimento degli obiettivi, partendo dalle ultime indicazioni ufficiali di Google, che negli ultimi anni sta invitando in modo sempre più forte e palese a produrre contenuti che siano “di qualità e utili”, come ribadito anche dal recente Helpful Content Update.

Nella seconda parte della giornata, Ivano è tornato sul “palco” per spiegare le novità tecniche che stanno alla base di SEOZoom 2.0, raccontando anche qualche piccolo segreto tecnico che sta dietro al funzionamento dei motori, degli algoritmi e dei server che permettono alla suite di funzionare ogni giorno.

Elisa Contessotto parla di Keyword Research allo Zoomday 2022

Elisa Contessotto, poi, ci ha riportato sui temi di gestione del sito con un focus sul suo “argomento preferito”, la keyword research, che oggi dovrebbe diventare sempre più “problem research” perché le persone usano Google per avere risposte a problemi di vario tipo, e solo comprendendo questo assunto è possibile liberarsi dai vecchi concetti e preconcetti che non funzionano più.

Per l’ultimo intervento del programma, infine, Ivano e ancora Elisa hanno offerto degli spunti pratici per utilizzare alcune funzioni di SEOZoom in modo improprio, ma incredibilmente efficace! Non sempre, infatti, gli strumenti hanno una sola funzione, e con un po’ di creatività è possibile sfruttarli nella maniera più adatta ed efficiente ai nostri scopi.

Pronti a nuovi appuntamenti dal vivo

Insomma, questa doppia giornata di lavori ci ha lasciato addosso tante belle sensazioni e, soprattutto, la voglia di organizzare subito qualcosa di simile per ritrovarci ancora una volta.

La sala dello ZoomDay 2022

Come ha scritto Ivano sui social, lo ZoomDay 2022 ci ha fatto tornare “la voglia di raccontare e spiegare quello che stiamo facendo”, perché il confronto è sempre importante e le esigenze e i suggerimenti emersi nelle chiacchierate e nelle tante domande “ci hanno dato nuove idee per migliorare sempre più”.

E quindi, ecco la promessa: non passerà troppo tempo prima di ripetere il nostro incontro, e non dovrete attendere i “classici” 12 mesi, anche perché “la SEO e i motori di ricerca cambiano in fretta e sicuramente tra sei mesi già ci saranno tante novità”, e la sfida è cercare di spostarci in altre città per venire incontro a tutti gli utenti, offrendo quindi a tutti la possibilità di partecipare a questi appuntamenti.