Forse non sarà la miglior piattaforma CMS in senso assoluto, ma di sicuro è la più utilizzata al mondo e il suo dominio continua a crescere, estendendosi anche all’e-Commerce. Arrivano nuovi dati su WordPress, il sistema di content management system inventato nel 2003 da Matt Mullenweg e Mike Little che, stando alle ultime ricerche, alimenta poco meno del 40% di tutti i siti Web, superando i rivali anche in segmenti specifici come l’e-Commerce grazie ai suoi plugin.

Nuovi dati su WordPress: ora è il CMS di 4 siti su 10

I dati aggiornati sulla diffusione di WordPress e degli altri CMS sono forniti da W3Techs, che tiene traccia delle statistiche sull’utilizzo delle tecnologie web, inclusi i sistemi di gestione dei contenuti, i sistemi operativi, i provider di hosting web, i domini di primo livello e altro ancora.

In base alle ultime rilevazioni, WordPress alimenta il 39,6% di tutti i siti Web nel 2021, rispetto al 35% dei siti che usavano la piattaforma nel 2020.

Più in generale, contando solo i siti che utilizzano un CMS, WordPress ha una quota di mercato del 64,1%, visto che un numero significativo di siti web (38,3%) non utilizza affatto un content management system.

In pratica, quattro siti su dieci nel Web usano WordPress e, analizzando solo i siti con CMS, WordPress è scelto da quasi due siti su tre.

WordPress domina anche nell’e-Commerce

Il dato sulla diffusione di WordPress conferma quanto già sapevamo, mentre è un altro l’elemento interessante che deriva dalla lettura delle statistiche: come nota Matt Southern su Search Engine Journal, infatti, anche nell’e-Commerce non c’è competizione e WP è il CMS più popolare, pur essendo meno “specifico” dei rivali.

A livello assoluto, infatti, il secondo CMS del Web è Shopify, che ha una quota di mercato del 3,2%: nonostante ciò, Shopify non è il CMS più usato per l’e-Commerce, perché WordPress guadagna anche questo titolo.

I plugin WordPress fanno la differenza

Anche se Shopify è progettato espressamente per il commercio online, mentre WordPress è generalista (e generalmente considerato una semplice piattaforma di blogging), a fare la differenza sono i vari plugin installabili sul CMS di Mullenweg e Little.

Grazie ai vari plugin WordPress, infatti, i proprietari possono utilizzare per trasformare il loro sito web in quasi tutto ciò che vogliono che sia, come dimostra il successo di WooCommerce, usato da circa il 5% di tutti i siti web.

Che cos’è WooCommerce e la sua diffusione

WooCommerce è un plugin esclusivo per WordPress pensato per le necessità dello shopping digitale: secondo dati recenti, alimenta più del 28% di tutti i negozi online ed è il plug-in più popolare su Internet, con una distribuzione dell’utilizzo del 68%.

Lanciato il 27 settembre 2011, WooCommerce è per l’appunto un plugin e-Commerce open source sviluppato esclusivamente per WordPress e progettato per assecondare le esigenze dei commercianti online di piccole e grandi dimensioni che utilizzano quel CMS; si da subito, il plugin è diventato popolare per semplicità di installazione, tecnologia open source e possibilità di personalizzazione che offre agli utenti.

I numeri di WooCommerce sono impressionanti:

  • È usato da oltre 3 milioni di siti attivi (per la precisione, 3.317.205).
  • WooCommerce è usato dal 4,9% di tutti i siti web.
  • WooCommerce alimenta oltre il 28,19% di tutti i negozi online.
  • Il 22% del primo milione di siti di e-commerce utilizza WooCommerce.
  • Il 93,7% di tutti i siti Web di e-commerce con WordPress utilizza il plug-in WooCommerce.
  • WooCommerce è il plugin/modulo più popolare su Internet, con una distribuzione dell’utilizzo del 68%.
  • WooCommerce è stato scaricato più di 82 milioni di volte (dato in continua evoluzione).
  • Ci sono 1.267 temi WooCommerce solo su ThemeForest.
  • Ci sono 980 plugin per WooCommerce solo su WordPress.org.

Limitandoci solo all’analisi delle scelte dei migliori siti e-Commerce al mondo, possiamo evidenziare alcuni dati interessanti. Sul campione del primo milione di siti di shopping digitale, infatti, WooCommerce è la soluzione più presente con il 22% di utilizzo, superando Shopify e Magento (rispettivamente con il 18% e il 13%). Tuttavia, restringendo il campo ai primi 100mila siti, la piattaforma e-Commerce più popolare diventa Shopify con il 21% (WooCommerce è terzo con il 12%), e tra i primi 10mila siti e-Commerce si conferma Shopify con il 23%, con WooCommerce che condivide il quarto posto con Oracle Commerce con il 6%.

Questi risultati fanno risaltare una caratteristica del plugin WordPress, ovvero la sua diffusione prevalente per siti e-Commerce più piccoli – mentre invece gli e-Commerce più grandi prediligono piattaforme specifiche.

WordPress è il miglior CMS al mondo?

Tornando alla notizia principale, i numeri sembrano non lasciare dubbi sul fatto che WordPress sia il miglior CMS, ma in realtà questa valutazione dipende da vari fattori e dalla prospettiva con cui ci poniamo.

Ad esempio, proprietari di siti inesperti e con risorse limitate “potrebbero preferire un CMS come Wix o Squarespace che sono maggiormente a misura di principiante”, anche se la loro “mancanza di funzionalità può indurre gli utenti intermedi a cercare altre soluzioni”, dice Southern.

Chi ha maggiore esperienza con la tecnologia web “apprezzerà sicuramente il livello di personalizzazione offerto da WordPress” ed è difficile sostenere che WordPress non soddisfi le esigenze della maggior parte dei proprietari, in particolare “di coloro che utilizzano il proprio sito Web per gestire un’attività”. Inoltre, secondo l’autore “WordPress eccelle in aree come l’esperienza utente, l’usabilità mobile, la sicurezza, la velocità e la SEO”.

In definitiva, l’articolo definisce “WordPress è il miglior CMS per la maggior parte delle persone, motivo per cui detiene ben oltre la metà della quota di mercato di tutti i sistemi di content management”.

Questa è la classifica della diffusione globale dei CMS aggiornata al gennaio 2021 da w3techs.com:

La classifica dei CMS