Google Tag Manager spiegato a un newbie? Intervista a Matteo Zambon!

Ci siamo quasi: mercoledì 17 Maggio alle ore 15 siamo online con Matteo Zambon per parlare di Google Tag Manager. Mentre facciamo il conto alla rovescia io e Max (la mascotte di SEOZoom) abbiamo pensato di fare qualche domanda a Matteo il nostro relatore.
Curiosità ne abbiamo tantissime. Cominciamo subito:

Iniziamo in modo soft: quali sono le tue passioni?

Matteo ZambonMa che bel modo di iniziare 🙂
Mi piace!
Sarò sincero, le mie passioni continuano a cambiare nel tempo. Mutano a seconda dei molteplici fattori che influenzano la mia vita.
(È una bella risposta per dire che ne ho parecchi :P).
Se devo scegliere affermo, senza alcun dubbio, la lettura: fantasy e fantascienza, il cinema e (uhhhh) la birra (e il vino, non sono un discriminatore).
Ovviamente anche tutto quello che è inerente al web (sì, mi riferisco proprio a Google Tag Manager)

Come racconti il tuo lavoro ai tuoi clienti?

In questo modo: “psss… ma lo sai che potrei aiutarti a fare le giuste scelte grazie a dati reali e oggettivi, ti va?”.
Scherzi a parte, cerco di far capire quanto sia importante avere il controllo della web analytics, ma soprattutto non essere vincolati ad agenzie e programmatori e quindi liberi. Mi sento un po’ il William Wallace della Web Analytics (ho pure il capello lungo):“…non ci toglieranno mai la libertà!”

Quando hai scoperto Google Tag Manager?

Boom! Domanda breve e precisa. Nel giugno del 2015.

E come sei diventato la figura di riferimento in Italia per questo strumento?

google-tag-manager-logoSpero in senso positivo 🙂
Tutto è nato da una mia esigenza. Nel cercare di capire Google Tag Manager e le sue funzionalità, trovavo davvero poche risorse. In italiano manco l’ombra.

Mi sono detto – ma perché non condividere tutto quello che ho appreso. Da questa idea, ho creato Tag Manager Italia (www.tagmanageritalia.it), poi il libro, il video corso “AL COMANDO” e a breve la seconda edizione del libro e una bellissima novità (che ahimè non posso svelarti qui ora, perché è esclusiva per gli iscritti alla mia newsletter).

Qualche definizione: Google Tag Manager spiegato a un newbie?

Ma ciao newbie colmo di paure.
Non ti preoccupare ora ti sussurro piano cos’è Google Tag Manager.

Google Tag Manager è lo strumento che ti permette di eliminare in modo definitivo tutti i problemi nella gestione della web analytics. Ah, e senza mai mettere mano al codice del sito o avere un (odiato) programmatore di turno.
Tutto questo grazie allo strumento gratuito di Google con una serie di funzionalità davvero (ma davvero) sbalorditive.

Google Tag Manager spiegato a un web marketer?

Ciao web marketer pieno di ambizioni.
Ora ti svelerò l’arcano segreto per la padronanza del web marketing.
Google Tag Manager ti permette di gestire le strategie di web marketing direttamente dalla piattaforma SENZA aver bisogno di programmatori o conoscere linee di codice.

Google Tag Manager spiegato a una bionda? (:P)

Oh, ma ciao! 😀
Google Tag Manager è lo strumento che ti permette di ottenere una birra offerta da me, senza bisogno di essere accompagnata da un programmatore.
Ovviamente ero ironico 🙂
Puoi benissimo venire anche con un’amica (mora)… senza programmatore.

Per utilizzare al meglio Google Tag Manager, quando è necessario conoscere:

– Google Analytics?

Ecco, anche tu mi cadi su questo concetto del binomio GTM e Google Analytics. In realtà tu potresti usare GTM senza installare nessun Tag di Google Analytics. Potresti usarlo solo per Facebook o per qualsiasi altro strumento. Oppure potresti usarlo per ottimizzare la SEO (si è un po’ border line).
Calmi, mi spiego meglio: Google Tag Manager inserisce codice nel tuo sito.
Non importa se inserisce script (quindi Tag) di Google Analytics o altro. Se vuoi ottimizzare il tracciamento di Google Analytics mettendoci 2 secondi, allora qualcosina devi sapere. Cosa devi sapere? Cose di base: pageview, eventi.

– Il codice?

Google Tag Manager è un motore javascript. Se sai manipolare il Javascript, allora fai le magie. Si Magie. Bellissime e luccicose magie. Puoi cambiare l’interfaccia e contenuti della pagina a seconda di variabili o dati che hai in altri strumenti. Puoi tracciare qualsiasi evento javascript. Puoi passare dati da una parte all’altra. Puoi far comunicare strumenti che non si parlano tra loro. Puoi hackerare il sito 😀
Diventi veramente l’Harry Potter del web (o il Voldemort a seconda di quanto cattivo sei).

Perché è importante implementare l’utilizzo di Google Tag Manager nel monitoraggio dei propri progetti?

Ha la stessa importanza del cruscotto in un aereo. Nulla se sei un passeggero. Vitale se vuoi pilotarlo. GTM ti permette di essere molto veloce, flessibile e soprattutto di avere il controllo nelle azioni di tracking. Una volta che inizi con GTM non potrai più farne a meno.

Domanda da un milione di dollari: da Zero a esperto di Google Tag Manager quali sono gli step necessari da fare? E quanto tempo ci vuole? (Ok, lo so che ‘dipende’ ma riusciamo a fare una stima?)

Dipende. Se sei bionda ci metti poco grazie alla mia consulenza.
Dai facciamo i seri. Se hai delle basi della web analytics e di come funziona l’HTML e JS l’apprendimento è velocissimo. Direi giorni. Ti basta capire i 5 pilastri di GTM:

  • Contenitore
  • Datalayer
  • Variabili
  • Tag
  • Attivatori

Se non hai queste basi non ti preoccupare, l’apprendimento è comunque semplice (anche grazie alle mie guide :P).
Nella peggiore delle ipotesi in un mese di smanettamento completo (è un termine di una skill tecnica), dovresti riuscire a fare l’Expelliarmus (è una magia di Harry potter) per disarmare il programmatore di turno.

Ci consigli un libro e un blog per saperne di più? (se il libro e il blog sono tuoi, meglio!)

Oh, ma è una domanda trabocchetto?

Il libro che ti consiglio per iniziare è Google Tag Manager per Principianti. A breve uscirà la seconda edizione. Per quanto riguarda le risorse online, ovviamente ti consiglio www.tagmanageritalia.it. Se mastichi l’inglese allora segnati il blog di lunametrics e di Simo Ahava. Sono entrambi molto tecnici eh, ti ho avvisato.
Poi c’è il mio video corso “AL COMANDO” (trovi tutto sul sito di Tag Manager Italia)
Ti consiglio di iscriverti alla newsletter perché ci sarà davvero una bellissima e luccicante novità 🙂

Grazie della disponibilità e… come sempre buon Tag!

Vuoi saperne di più? Ti aspettiamo online al webinar gratuito su Google Tag Manager mercoledì alle ore 15.

webinar-google-tag-manager

Elisa Contessotto
elisa

Mi occupo dell'area formazione di SEOZoom. Dopo un inizio tra ADS di Facebook e Copy Strategico, sto orientando i miei studi verso la Business Intelligence coniugando l'approccio creativo a quello analitico. elisacontessotto.it

This entry has 0 replies

Scopri subito tutte le funzionalità di SEOZoom!