Google semplifica la Page Experience e rimuove il segnale navigazione sicura

Provaci
Mettici alla prova
Analizza il tuo sito
Seleziona la lingua del database:

L’aggiornamento è ancora in fase di implementazione, lanciato lo scorso 15 giugno con previsione di completamento entro la fine di questo mese di agosto, ma intanto arriva una prima, grande novità che modifica i segnali utilizzati per il ranking delle pagine: la navigazione sicura non viene più presa in considerazione per il Google Page Experience e, insieme al widget Esperienza pubblicitaria, è già stata rimossa dal report Esperienza sulle pagine della Search Console.

Page Experience, cambiano i segnali

L’annuncio di questo cambiamento arriva da Jeffrey Jose, Product Manager on Search, che dal blog spiega le ragioni che hanno spinto il motore di ricerca a rimuovere il safe browsing dai segnali presi in considerazione per l’insieme dei fattori di ranking del Page Experience.

“I sistemi di Navigazione sicura di Google sono progettati per proteggere gli utenti su Internet”, scrive Jose, ma “a volte i siti sono vittime di hijacking di terze parti, che possono causare la visualizzazione di avvisi di Navigazione sicura”. Pertanto, “questi problemi non sono sempre sotto il controllo dei proprietari dei siti” e Google ha deciso “che Navigazione sicura non viene utilizzata come segnale di posizionamento e non comparirà nel rapporto Esperienza sulle pagine”, ed eventuali contrassegni di Navigazione sicura continueranno a essere visualizzati in Search Console al di fuori di questo report.

I nuovi segnali del Page Experience

In pratica, quindi, abbiamo un elemento di preoccupazione in meno nel lavoro di ottimizzazione: anche se ovviamente il nostro obiettivo deve essere fornire un’esperienza di navigazione sicura gli utenti, sapere che eventuali problemi con il safe browsing non incidono contro le prestazioni nelle classifiche è comunque un aspetto rincuorante.

I nuovi fattori che compongono i segnali di esperienza della pagina sono i tre Core Web Vitals o Segnali Web Essenziali e poi compatibilità con i dispositivi mobili, HTTPS e interstitial non invadenti, come evidenziato dalla grafica seguente.

I nuovi segnali di Google per la Page Experience

Questa, invece, è la schermata precedente, in cui compare ancora il safe browsing: