Il nostro percorso parallelo nell’approfondimento di alcune tematiche SEO in rapporto alle funzionalità di SEOZoom oggi si fissa in maniera specifica sull’esecuzione di un report SEO pdf, sulla scia di quanto già descritto in occasione dell’articolo sul SEO Audit della nostra suite, utile ad avere un quadro completo della situazione del proprio progetto e a ottimizzare il sito grazie ai risultati ricevuti.

L’importanza di un report SEO

Come al solito, prima di entrare nel vivo della tematica ci soffermiamo a descrivere le definizioni di base: come facilmente intuibile, un “SEO report” è un documento complesso che contiene l’analisi dello stato di salute di un sito e che svolge una serie di funzioni. Innanzitutto, serve a capire e monitorare le visite del sito, a scoprire da dove provengono i visitatori, per quanto tempo si fermano e quali contenuti ottengono maggiore apprezzamento, ma più in generale aiuta a riunire in un solo file i parametri utili a migliorare il progetto e i contenuti, con la finalità ultima di rendere il sito web più appetibile ai motori di ricerca e scalare quanto più possibile la Serp dei risultati.

I report SEO pdf per controllare la salute del sito

In ogni campo di attività la reportistica è uno degli elementi fondamentali per conoscere e superare i propri limiti, e avere un tool che consente di realizzare seo report online strutturati e precisi è sicuramente un valore aggiunto. I vantaggi e i riscontri pratici sono molteplici, e vanno dalla possibilità di ottimizzare il contenuto del sito sulla scorta dei risultati a interventi sulla customer experience, fino a indicazioni per cercare di posizionare determinate keyword nelle pagine e posizioni principali dei risultati di ricerca per le query di proprio interesse.

Le caratteristiche di un report SEO efficace

Con la crescita dell’interesse verso il mondo di Internet è aumentato anche il numero di aziende o professionisti che “promettono” di realizzare SEO report o che, addirittura, mettono a disposizione dei SEO report template per chi invece è intenzionato a eseguire l’analisi per i propri clienti. La difficoltà, come spesso in questo settore, è cercare di capire quali sono le caratteristiche che rendono un documento buono ed efficace: sintetizzando, possiamo dire che un report SEO di qualità deve fornire indicazioni sintetiche sui dati chiave del progetto, sulle variazioni di traffico e posizionamento delle parole chiave, sulle performance generali, analizzando le metriche del dominio, il traffico organico e i ranking.

SEO Report online, i principali parametri

In linea di massima, i più diffusi SEO report tool mostrano alcuni parametri “fissi”, che bisogna capire per poter poi analizzarli correttamente e intervenire di conseguenza per migliorare il sito. Come accennato, il primo dato che viene evidenziato è quello del numero di volte nelle quali utente ha visitato il sito web che, unito alle visualizzazioni delle pagine, consente di conoscere il valore tra pagine e sessione, ovvero la media del numero di pagine viste in una singola sessione utente. Questo valore ha una rilevanza concreta: se un visitatore naviga all’interno del sito e si sofferma su più pagine porta benefici a tutto il progetto, perché i motori di ricerca attribuiscono a questo comportamento un alto valore di reputazione (ne abbiamo parlato anche in occasione dell’articolo su come ottimizzare un sito in riferimento al valore dei link interni); è bene comunque sottolineare che, in aggiunta all’alto numero di pagine/sessione, per ottenere una buona indicizzazione serve anche un’alta durata della permanenza sul sito, che comunica al motore di ricerca che quel contenuto merita attenzione e riserva utilità per l’utente.

Suggerimenti per la propria strategia

Altri valori che si possono scoprire in queste analisi sono la “frequenza di rimbalzo” (ovvero, come noto, la percentuale delle visite di una sola pagina, e dunque il tasso di visitatori che si sofferma su un singolo articolo o pagina del proprio sito), da valutare sempre insieme al tempo di permanenza dell’utente, ma soprattutto le prestazioni dettagliate delle parole chiave per le quali il sito è indicizzato, utili per capire i risultati più remunerativi e per correggere la propria strategia.

Report SEO pdf SZIl SEO report tool di SEOZoom

Veniamo dunque alle funzioni di SEOZoom dedicate a questa analisi, che si trova per la precisione nella sezione denominata Report PDF perché (semplicemente) consente proprio di avviare una scansione e scaricare al suo termine un SEO report PDF, in cui sono contenute le principali informazioni sulla salute del progetto e del sito di interesse. Inoltre, una caratteristica innovativa è la possibilità di personalizzare il template del SEO report scegliendo quali widget aggiungere al documento grazie all’editor drag & drop, che può dunque dare vita a documenti di volta in volta differenti, estendo la possibilità di personalizzazione anche al titolo, al numero di pagine e alle sezioni del documento, compreso il testo a corredo dei dati “nudi”; per chi non volesse dedicarsi a questo compito, comunque, la suite offre anche l’opportunità di scegliere un template da un report creato e salvato in precedenza, che viene archiviato ed è selezionabile dal menu a tendina. Completato il processo di creazione della struttura del report si può lanciare l’esecuzione dell’analisi: se il sito è già inserito nei progetti dell’account di SEOZoom basta selezionarlo dall’elenco, in alternativa si può inserire un dominio a propria scelta. Quando il sistema ha concluso la scansione basta salvare il report in formato pdf sul proprio computer oppure decidere di inviare il file via mail, programmando anche la ripetizione dell’analisi con la frequenza temporale desiderata.

Report SEO SEOZoomCon SEOZoom un Seo report template personalizzabile

Dal punto di vista tecnico, SEOZoom consente di analizzare il sito sotto alcuni dei principali valori e indicatori; la prima area la possiamo definire SEO summary report, perché è una sintesi chiara e precisa della situazione attuale del progetto, e dunque volumi di traffico, visite, andamento nel tempo e così via. Le altre informazioni riguardano invece il SEO performance report, che è incentrato più precisamente sulle prestazioni del sito, e soprattutto il SEO position report e SEO rankings report, ovvero le perfomance delle parole chiave per le quali il sito è indicizzato. In questo senso, SEOZoom consente di analizzare le keyword monitorate in un progetto, le posizioni di una singola parola chiave, ma anche le key migliori o potenziali, quelle entrate nella SERP e in prima pagina e quelle, al contrario, uscite e così via, fino al focus sulle singole pagine del sito, in cui si possono ottenere riscontri circa l’andamento del traffico stimato nel tempo e sulle parole chiave migliori di quel singolo contenuto.

GM